Prestiti Online

Costituisce prassi normale effettuare il rimborso di un prestito ottenuto attraverso importi modesti frazionati in un arco di tempo più o meno lungo: si tratta delle rate. L’argomento rate dei presiti merita una particolare attenzione costituendo l’ammontare di un esborso e quindi un onere in capo al contraente: infatti occorre restituire gli importi nei tempi e modi stabiliti dal contratto per non incorrere in situazioni che possono portare conseguenze anche gravi.

E’ quindi bene, prima di decidere di contrarre il prestito, farsi stilare numerosi preventivi dalle società finanziarie presenti nel mercato. Essendo il prestito personale un tipo di finanziamento dove non è necessario fornire garanzie reali, la società finanziatrice richiede la dimostrazione di un reddito dall’entità del quale si trae la quota di rata ammissibile per quel prestito; infatti il soggetto erogatore non accorda finanziamenti se la rata del prestito eccede una certa soglia.

Pagamento delle Rate con Cessione del Quinto

Un tipo di rata rimborsabile è la cessione del quinto costituita appunto da un importo pari, al massimo, al quinto dello stipendio del debitore che viene direttamente detratto dalla busta paga. La rata è di norma composta da quota capitale e da una quota interessi. L’interesse costituisce il prezzo del costo del prestito e quindi il guadagno del finanziatore per erogare il danaro. Esistono finanziamenti concessi a tasso fisso, a tasso variabile, a rata costante, a tasso misto. Nella maggior parte dei casi i prestiti sono erogati applicando alla quota capitale il tasso fisso; per questo motivo le rate dei prestiti hanno un importo uguale per tutta la sua durata.

In sostanza inizialmente le rate del prestito sono costituite da una quota interessi più elevata rispetto alla parte relativa alla quota capitale, mentre le ultime rate saranno rappresentate una maggiore quota capitale e da una minore quota di interessi. Questo è il così detto metodo di ammortamento alla francese. Quando si stipula il prestito viene presentato insieme al contratto il piano di ammortamento che rappresenta il piano dettagliato di rimborso del finanziamento, indicativo della durata del finanziamento, dell’importo totale del prestito, della scadenza e modalità di restituzione della rata, del tasso di interesse applicato sul prestito, della presenza e dell’importo di eventuali spese accessorie.

Le rate possono avere una frequenza mensile, trimestrale, semestrale e, difficilmente, annuale. La prima decorrenza della rata di norma scatta il mese successivo dalla contrazione del debito. Ma oggi si trovano parecchie finanziarie che fanno partire il pagamento della prima rata dopo 6 mesi o anche un anno dall’inizio del prestito. Esistono anche situazioni in cui le prime rate sono di importo basso per poi crescere durante il corso del finanziamento oppure casi in cui alla fine del prestito si prevede il pagamento di una maxi rata, ossia una tranche di denaro di entità elevata con cui si estingue tutto il debito. E’ nelle facoltà del debitore poter richiedere l’estinzione anticipata del proprio prestito: l’estinzione può essere anche parziale attraverso la quale si verifica l’abbassamento dell’importo delle rate residue da corrispondere al creditore.

  • Prestiti PersonaliLe Rate del Prestito Personale nel 2011 Costituisce prassi normale effettuare il rimborso di un prestito ottenuto attraverso importi modesti frazionati in un arco di tempo più o meno lungo: si tratta delle rate. L’argomento rate dei presiti merita una particolare attenzione costituendo l’ammontare di un esborso e quindi un onere in capo al contraente: infatti occorre […]
  • Prestiti ProtestatiPrestititi per Protestati e Cattivi Pagatori Il rischio di essere classificato dalla società creditizia e dal registro dei protestati come un cattivo pagatore diviene realtà nel momento in cui si manca un pagamento delle rate del prestito. Il problema sorge nel momento in cui si viene ritenuto tale e si finisce nel registro dei protestati per una durata di 5 anni (anche se è […]
  • Prestiti per Lavoratori Autonomi: Richiesta e Finanziamento Fra il panorama della elargizione di denaro a soggetti privati spicca per particolarità il prestito ad autonomi ossia la dazione di denaro a soggetti che non possiedono un reddito da lavoro dipendente. E’ subito in evidenza che la categoria risulta alquanto ampia comprendendo tutti i liberi professionisti (medici, architetti, avvocati, […]
aaaaa
aaaaa
5 / 5 stars