Mutui Online

Tramite alcune determinazioni, l’Inpdap, ovvero l’ Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, ha eseguito alcuni cambiamenti per quanto concerne il regolamento per l’erogazione di prestiti e mutui, offerti per tutti coloro che sono iscritti (lavoratori attivi a tempo indeterminato e/o pensionati), alla gestione delle prestazioni sociali e creditizie, per un lasso di tempo non inferiore ai tre anni.

Tutti i mutui Inpdap erogati nel 2012, vengono concessi solamente per acquistare la prima casa, con un importo massimo non superiore ai 300.000 euro e una durata massima che può variare dai 10 ai 30 anni. Una delle caratteristiche più vantaggiose riguarda i tassi: infatti, i mutui Inpdap, sono offerti con tassi agevolati, tutto questo grazie a un Fondo Credito nato appositamente.

Le nuove Condizioni per i Mutui INPDAP

Per quanto riguarda i tassi, sono fissati direttamente dal presidente di Inpdap, e ad ora sono i seguenti: mutuo con tasso variabile 3,50% per il primo anno. Dopo il primo anno, il tasso variabile viene calcolato pari all’Euribor a 6 mesi, con calcolo su 365 giorni e maggiorazione di 90 punti.

Per quanto concerne invece il mutuo a tasso fisso, è del 3,75% per tutta la durata del mutuo, sia che duri 10 anni, sia che ne duri 30. Chiunque presenti la domanda compilata correttamente, avrà possibilità che venga accolta, a patto che ci siano ancora budget disponibile per il quadrimestre di riferimento per ogni distretto di provincia. In caso contrario non ci fossero budget disponibili, verrà stilata una graduatoria apposita per erogare il mutuo richiesto.

Il vantaggio di erogare un mutuo Inpdap sta nel tasso agevolato offerto, in quanto sul mercato si dovrebbe pagare almeno il 5%, ma con i mutui Inpdap, il tasso fisso è solamente del 3,75%. Ma non è tutto, perché grazie ai nuovi regolamenti in vigore da qualche mese, ottenere un mutuo ipotecario è diventato molto più facile, questo grazie alla documentazione che è stata notevolmente ridotta, oltre che ad essere semplificata.

Inoltre, ricordiamo che è possibile richiedere la sospensione o la rinegoziazione del mutuo nel caso in cui si riscontrino gravi eventi che portino alla riduzione, o addirittura alla perdita totale del reddito da parte del richiedente del mutuo stesso, oppure del coniuge, il che vorrebbe dire una grossa difficoltà o l’impossibilità di pagare le rate previste dalla banca per il rimborso del mutuo. Ogni quattro mesi, verranno stilate e pubblicate le graduatorie per le richieste di mutui ipotecari.

  • Rate INPDAPRate INPDAP per Prestiti e Mutui Il pagamento delle rate di un prestito inpdap può essere pluriennale, con il versamento degli interessi a cadenza quinquennale fino a dieci anni. Il prestito inpdap è riservato ai soli dipendenti pubblici e statali che hanno bisogno di soldi liquidi per effetturare operazioni finanziarie a lungo termine. Come avviene il versamento […]
  • Mutuo Inpdap DipendentiMutuo INPDAP 2012 per Dipendenti Per l'anno 2010 i Mutui Inpdap hanno subito delle leggere differenze per i dipendenti pubblici e statali con l'inclusione di nuove modalità e convenzioni per richiedere il mutuo inpdap nell'anno corrente. Tra le principali differenze i prestiti ipotecari per dipendenti con durata che va dai 10 ai 30 anni hanno la possibilità di essere […]
  • Preventivo Mutuo CasaPreventivo del Mutuo On Line per la Casa Nell’imminenza della decisione di voler accedere ad un mutuo per effettuare un acquisto importante, come può essere quello della casa di abitazione o la sua ristrutturazione, si rende necessario richiedere dei preventivi a vari istituti di credito per conoscere le offerte che il mercato finanziario offre. Il contratto di mutuo viene […]
aaaaa
aaaaa
5 / 5 stars
Articoli In Evidenza
Mutui Online