Pagamento Rate

Gen
21

La Rata Costante nei Mutui e i Tassi più Convenienti

Viene definito mutuo il contratto a titolo oneroso con il quale una parte, chiamata mutuante, consegna all’altra, mutuatario, una determinata quantità di denaro o altre cose fungibili e l’altra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie e quantità. Si tratta di una definizione generica fornita dal codice civile e che viene di norma applicata dalle banche nel settore dell’edilizia abitativa, cosicché quando ci presentiamo per chiedere un prestito al fine di acquistare un immobile dove poter risiedere stabilmente ci viene proposto di accendere un mutuo.

Mentre l’ente finanziatore eroga il denaro occorrente in una unica soluzione, il mutuante si obbliga a restituirlo tramite una serie di versamenti periodici (rate) definiti e specificati nel piano di ammortamento. Attraverso tali rate, diluite nel tempo a seconda dell’importo richiesto e del tasso applicato, si arriva a rimborsare al creditore la somma prestata maggiorata dagli interessi, che rappresentano la remunerazione spettante al finanziatore per aver consegnato il proprio denaro, il c.d. prezzo del mutuo.continua

Set
24

Rate dei Mutui e le Spese da Sostenere

La richiesta di una somma di denaro a titolo di mutuo fa scattare, in capo alla banca o società finanziaria, la procedura di erogazione del prestito che porterà, in caso di esito positivo, all’accensione del mutuo da parte dell’ente erogante. I motivi per cui i consumatori ricorrono all’indebitamento attraverso il contratto di mutuo è di solito la necessità di dover acquistare l’abitazione o di ristrutturarla.

Con il mutuo il richiedente entra in possesso di una somma di denaro a fronte del suo impegno a restituirlo secondo scadenze fisse, dilazionate, a cui si deve aggiungere l’applicazione di un interesse, che costituisce il prezzo che occorre pagare al finanziatore per ottenere l’importo richiesto. L’entità della somma prestata può anche arrivare a coprire l’80% del bene da acquistare. La durata di un mutuo varia da cinque anni a trenta e le rate da versare al fine di ottemperare alla sua restituzione possono essere mensili, trimestrali o semestrali.continua

Set
17

Le Rate del Prestito Personale nel 2011

Costituisce prassi normale effettuare il rimborso di un prestito ottenuto attraverso importi modesti frazionati in un arco di tempo più o meno lungo: si tratta delle rate. L’argomento rate dei presiti merita una particolare attenzione costituendo l’ammontare di un esborso e quindi un onere in capo al contraente: infatti occorre restituire gli importi nei tempi e modi stabiliti dal contratto per non incorrere in situazioni che possono portare conseguenze anche gravi.

E’ quindi bene, prima di decidere di contrarre il prestito, farsi stilare numerosi preventivi dalle società finanziarie presenti nel mercato. Essendo il prestito personale un tipo di finanziamento dove non è necessario fornire garanzie reali, la società finanziatrice richiede la dimostrazione di un reddito dall’entità del quale si trae la quota di rata ammissibile per quel prestito; infatti il soggetto erogatore non accorda finanziamenti se la rata del prestito eccede una certa soglia. Un tipo di rata rimborsabile è la cessione del quinto costituita appunto da un importo pari, al massimo, al quinto dello stipendio del debitore che viene direttamente detratto dalla busta paga.continua

Mar
19

Rate INPDAP per Prestiti e Mutui

Il pagamento delle rate di un prestito inpdap può essere pluriennale, con il versamento degli interessi a cadenza quinquennale fino a dieci anni. Il prestito inpdap è riservato ai soli dipendenti pubblici e statali che hanno bisogno di soldi liquidi per effetturare operazioni finanziarie a lungo termine.

Come avviene il versamento delle rate? Attraverso la cessione del quinto dello stipendio per tutta la durata del prestito quindi si è tutelati da un parte visto che l’ammontare della rata INPDAP è relazionata all’importo dello stipendio percepito. Lo stesso vale quando si effettua la richiesta del mutuo INPDAP: interessi a tasso fisso in base alla durata del mutuo o del finanziamento statale ottenuto.continua

Gen
14

Il Calcolo delle Rate

Il calcolo delle rate è la prima preoccupazione che ogni persona o impresa dovrebbe mettere in primo piano prima di richiedere un prestito: per una casa, un finanziamento, un prestito, un leasing e quant’altro. Quando si richiede un prestito, oltre ad aver dato garanzie valide, occorre mettersi a tavolino con la propria mente e ragionare su come gestire al meglio gli ingressi e le uscite.

Tra le uscite troviamo infatti il pagamento delle rate sul prestito e i relativi interessi imposti dalla società creditizia in basa al contratto stipulato insieme.E’ quindi fondamentale fare un accurato calcolo delle rate anche con l’ausilio di software gestionali o anche interpellando personale qualificato e competente come ad esempio un consulente finanziario della banca creditizia.continua

Gen
14

La Rata del Prestito

Non è forse vero che la prima cosa che si và a guardare prima di iniziare un mutuo sono le rate del prestito? La ricerca più significativa da svolgere è quella di calcolare le rate da pagare facendo riferimento alla cifra richiesta nel nostro prestito bancario. Inutile dire che nel contratto del mutuo sono descritte tutte le modalità di pagamento delle rate: tramite bonifico bancario, con un versamento alle poste italiane con bollettino oppure direttamente allo sportello della banca.

Le rate vengono calcolate in base alla durata del prestito e alla quota che si è scelta di pagare mensilmente e possiamo richiedere una agevolazione per il mutuo se siamo lavoratori statali, dipendenti e lavoratori autonomi. Se desideri e cerchi un piano di finanziamento su misura che ti permette di pagare il tuo prestito in piccole rate fai una ricerca negli istituti di credito che abbiamo segnalato con una descrizione per ciascuna di esse e che possono esserti d’aiuto nella scelta della banca migliore per il tuo finanziamento.continua

Gen
14

La Rata del Mutuo

Il problema che ricorre ogni mese per tutte le famiglie italiane, è quello di gestire in modo efficiente le spese ordinarie e aggiungere il pagamento delle rate del mutuo richieste alla propria banca per l’acquisto di un immobile. Gestire un bilancio familiare che le permette di affrontare le spese del mutuo è una impresa non facile in quanto le uscite, a volte, risultano essere maggiori delle entrare e quindi si rischia di andare al verde e di avere problemi di pagamento delle rate.

La soluzione migliore che si adotta oggi per pagare le rate del mutuo è l’utilizzo della carta di credito collegata al proprio conto bancario; questo servizio agevola le nostre abitudini e ci fa risparmiare tempo invece che fare la fila presso lo sportello della banca.continua