Mutui Online

Apr
4

Novità sulle Condizioni dei Mutui INPDAP per il 2012

Tramite alcune determinazioni, l’Inpdap, ovvero l’ Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, ha eseguito alcuni cambiamenti per quanto concerne il regolamento per l’erogazione di prestiti e mutui, offerti per tutti coloro che sono iscritti (lavoratori attivi a tempo indeterminato e/o pensionati), alla gestione delle prestazioni sociali e creditizie, per un lasso di tempo non inferiore ai tre anni.

Tutti i mutui Inpdap erogati nel 2012, vengono concessi solamente per acquistare la prima casa, con un importo massimo non superiore ai 300.000 euro e una durata massima che può variare dai 10 ai 30 anni. Una delle caratteristiche più vantaggiose riguarda i tassi: infatti, i mutui Inpdap, sono offerti con tassi agevolati, tutto questo grazie a un Fondo Credito nato appositamente.continua

Dic
7

Come Effettuare il Calcolo del Mutuo

Per coloro che richiedono a prestito una somma di denaro acquista importanza programmare ogni variabile per poter ottenere un buon finanziamento a condizioni il più possibile vantaggiose. Infatti la somma che riceviamo in prestito va restituita per intero anche se il suo rimborso viene dilungato nel tempo: il mutuante ed il mutuatario, le due parti del contratto di mutuo, si accordano attraverso il piano di ammortamento che stabilisce oltre la durata del mutuo, gli interessi, la periodicità della rata, anche l’importo della rata stessa.

La rata è composta da una parte di capitale (quota capitale) e da una parte di quota di interessi. Nel restituire il debito è utile sapere che le prime rate vanno a rimborsare per la maggior parte la quota interessi, che via via decresce col pagamento delle rate. Con il calcolo delle rate è quindi possibile prevedere l’ammontare mensile di restituzione del debito. Il calcolo darà risultati diversi a seconda che si opti per un tasso fisso o variabile, con tutte le loro varianti.continua

Ott
6

Interessi del Mutuo Fisso e Variabile. Quale Scegliere?

Per effetto dell’accensione di un mutuo da parte di qualsiasi soggetto, il ricevente è tenuto alla restituzione del capitale ricevuto ma anche di un altro importo che corrisponde agli interessi. Infatti il contratto di mutuo è definito come quel contratto per il quale una parte, il mutuante, corrisponde una somma di denaro ad un’altra, mutuatario, che si impegna, dietro pagamento di interessi, alla sua restituzione in forma rateale.

In sostanza gli interessi, per qualsiasi tipo di finanziamento, che si pagano non sono altro che il prezzo che si deve pagare per ottenere la somma a prestito; ecco perché si suol dire che gli interessi sono il costo del denaro. Relativamente agli interessi passivi dei mutui , essi vengono suddivisi in due tranches: l’interesse di riferimento o di base, che viene fissato dalle banche centrali, e poi l’interesse differenziale o spread che è interamente dettato dalle singole banche.continua

Set
22

Interessi del Mutuo della Prima Casa

Possedere una propria abitazione di proprietà è il sogno rincorso dalla maggior parte degli italiani ma rappresenta anche una fonte di reale preoccupazione per le famiglie. Innanzitutto il capitale minimo iniziale che occorre sborsare a cui segue l’impegno costante mensile per lunghissimi anni: un importante aiuto però deriva dalla possibilità di contrarre un tipo particolare di finanziamento, il mutuo.

Questo fa parte della categoria dei contratti tipici ossia previsti dal Codice civile in base al quale il mutuatario può chiedere in prestito dal mutuante una somma di denaro o altra cosa fungibile; la caratteristica è che il mutuo è un contratto oneroso nel senso che chi riceve i beni è obbligato a restituire non solo quanto ricevuto ma anche un surplus, ossia gli interessi, anch’essi stabiliti dal contratto di mutuo.continua

Mag
19

Preventivo del Mutuo On Line per la Casa

Nell’imminenza della decisione di voler accedere ad un mutuo per effettuare un acquisto importante, come può essere quello della casa di abitazione o la sua ristrutturazione, si rende necessario richiedere dei preventivi a vari istituti di credito per conoscere le offerte che il mercato finanziario offre.

Il contratto di mutuo viene definito come quel contratto per mezzo del quale una parte, mutuante, consegna ad un’altra, mutuatario, una somma di denaro o altra cosa  fungibile con l’obbligo di rimborsare altrettante cose della stessa specie. Il preventivo può essere richiesto o direttamente alle banche oppure è possibile accedere a offerte di vari siti internet che danno la possibilità, attraverso moduli predeterminati, di compilare con i parametri personali le richieste. continua

Apr
14

Mutuo INPDAP 2012 per Dipendenti

Per l’anno 2010 i Mutui Inpdap hanno subito delle leggere differenze per i dipendenti pubblici e statali con l’inclusione di nuove modalità e convenzioni per richiedere il mutuo inpdap nell’anno corrente. Tra le principali differenze i prestiti ipotecari per dipendenti con durata che va dai 10 ai 30 anni hanno la possibilità di essere richiesti per acquistare la prima casa o ristrutturare la propria abitazione.

Il tasso fisso applicato alle rate dei mutui inpdap sono del 3,90% per tutta la durata del mutuo, mentre il tasso variabile per il primo anno è del 3,50% e a partire dalla terza rata il tasso variabile prende i parametri di calcolo del tasso euribor a 6 mesi, con una maggiorazione di 100 punti dopo la rilevazione dell’erogazione del mese precedente.continua

Feb
15

Acquistare una Casa col Mutuo

Hai la necessità di aprire un mutuo per l’acquisto di una casa? Se anche tu non hai sufficienti fondi per acquistare una abitazione con il tuo capitale allora hai bisogno di un mutuo per la casa che ti permette di pagare le rispettive rate con tassi di interesse applicati dagli istituti di credito che, prima di stipulare il contratto, permettono la scelta del mutuo a tasso fisso e variabile con i relativi pregi e difetti.

Il mutuo consiste nel percepire subito una somma di denaro in grado di acquistare la casa per una percentuale che generalmente va dall’80% al 100%. Spetta alla banca la decisione di concedervi il mutuo per la casa prestandovi l’intera somma che dipende dalla situazione finanziaria del mutuatario e dalle garanzie nella restituzione del mutuo, anche se è possibile ottenerlo con spese supplementari.continua