Credito Online

A fronte del rilascio di un credito nasce l’obbligazione del richiedente di onorare con il pagamento la restituzione di quanto ricevuto. Quando il debitore non ottempera a tale obbligo mancando di versare quanto pattuito con il contratto si avvia la procedura, da parte del creditore, per ottenere il recupero di quanto gli spetta. Diverse sono le possibilità procedurali per riprendere il capitale dato a prestito.

Prima di tutto è bene notificare per iscritto al debitore lo stato del mancato pagamento del credito inviando una comunicazione con cui si costituisce in mora il medesimo, intimandogli di pagare entro un dato termine, trascorso il quale conseguiranno determinati effetti.

Conseguenze del Mancato Pagamento

Avendo in mano certi titoli a cui la legge riconosce determinate proprietà, chiamati titoli di credito (cambiali, assegni), essendo questi, nel momento in cui scadono, titoli esecutivi, è possibile procedere con l’azione esecutiva il cui primo atto è il precetto, anch’esso di fatto un’intimazione ad adempiere entro un tempo fissato; passato tale termine senza che il debitore abbia adempiuto si potrà continuare nella procedura di esecuzione provvedendo al pignoramento e alla vendita forzata dei beni del debitore.

Altra possibilità, qualora si disponga di un titolo esecutivo, viene data dalla richiesta al giudice competente di concedere un decreto ingiuntivo: tale atto, di matrice unilaterale, è una sorta di ordine emesso dal giudice a carico del debitore di onorare l’obbligazione entro il termine ordinario di 40 giorni (60 in casi particolari). Il debitore, però, se ritiene che il creditore non abbia titolo per procedere con decreto ingiuntivo può opporsi all’atto, presentando, nei termini suddetti, opposizione al decreto ingiuntivo. Da questo momento si avvia un ordinario giudizio civile, con tutte le conseguenze che comporta (pagamento di un legale, tempi processuali elevati).

Procedura di Richiesta per il Recupero Crediti

Ancora, se non si dispone di titoli esecutivi immediati si può sempre ricorrere al procedimento ordinario con cui si chiede al magistrato di accertare la sussistenza del credito e quindi di emettere condanna nei confronti del debitore. Nel caso di concessione di prestiti o finanziamenti, di norma, il creditore per garantirsi il pagamento del credito inserisce nel contratto delle clausole che gli permettono di procedere celermente per il recupero del credito: si tratta di garanzie che possono essere reali o personali.

Le garanzie reali consentono al creditore di rivalersi della mancata restituzione della somma prestata direttamente su un bene, che può essere immobile o mobile; le garanzie personali fanno presa sul patrimonio di un terzo che si pone come garante del debitore principale. Uno degli effetti del mancato pagamento del debito è l’insorgenza degli interessi di mora, pari al tasso legale deciso dallo Stato e indicato nell’art. 1284 del codice civile, che decorrono dal momento della scadenza del credito. Qualora sia stabilito diversamente, la costituzione in mora decreta anche il decorrere di tali interessi. I contratti di finanziamento possono prevedere interessi moratori più alti di quelli legali, a patto che non siano superiori al tasso stabilito dallo Stato come usuraio.

  • Carta di CreditoCarte di Credito Prepagate, Ricaricabili e Online Nata intorno agli anni 50 del secolo scorso come mezzo di pagamento usato per lo più per gli affari, la carta di credito ha avuto una diffusione che è andata sempre più aumentando anche per gli acquisti comuni. Dal punto di vista nozionale la carte di credito rappresenta uno strumento di pagamento emesso da un istituto di credito o da […]
  • Mutuo BancaRichiedere il Mutuo in Banca La soluzione preferita da milioni di italiani in cerca di un prestito per affrontare spese contingenti per la ristrutturazione della propria casa o per la costruzione di una fabbrica o impresa è quella di rivolgersi presso la propria banca. Numerose le offerte di proposte di mutuo delle banche italiane con tassi vantaggiosi che […]
  • Tasso BCE 2010Andamento Tasso di Interesse BCE nel 2011 Dal momento dell'istituzione dell'area Euro, avvenuta nel 1999, la Banca centrale europea (BCE) ha assunto il compito di dirigere la politica monetaria per tale area: essa nasce dai poteri che gli sono stati attribuiti dalle 11 banche nazionali di altrettanti stati membri. Le funzioni che essa è tenuta a svolgere sono stabilite dal […]
aaaaa
aaaaa
5 / 5 stars
Articoli In Evidenza
    Credito Online